Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Verona specializzatosi in Omeopatia Unicista presso la Scuola di Omeopatia di Verona.

L'Omeopatia Unicista è una medicina che studia la TOTALITA' dei sintomi di un malato, cioè i sintomi fisici nei vari settori organici, i sintomi organici, i gusti alimentari, le funzioni vitali e le caratteristiche mentali e infine le MODALITA' con cui questi si presentano. Poi interseca tra loro questi fattori per scegliere il miglior rimedio corrispondente o più SIMILE e quindi più omeopatico ai sintomi raccolti. 

Dott. Andrea Signorini

UN SOLO rimedio viene scelto per la cura di più sintomi o malattie. Lo studio delle corrispondenze è stato fatto precedentemente attraverso la sperimentazione sull'uomo sano.

OMEOPATIA = MALATTIA SIMILE

Significa prescrivere al malato per un insieme di sintomi proprio quel farmaco/rimedio che lo provoca per indurre una reazione di guarigione.

PERCHE' SCEGLIERE L’OMEOPATIA

L’omeopata è un medico laureato in medicina che in seguito si è perfezionato negli studi omeopatici per un minimo di 3 anni. La medicina tradizionale è ottima come salvavita nelle emergenze sanitarie e nella maggioranza delle malattie acute (esempio polmonite, meningite, cistite, etc…), ha invece dei limiti importanti nelle malattie croniche, in cui in genere non si ritorna al precedente stato di salute ma si deve utilizzare un farmaco, o più spesso per tutta la vita con il rischio di aumentare le dosi (tolleranza al farmaco) e di numerosi effetti collaterali. L’omeopatia invece pur potendo collaborare con i farmaci nella risoluzione delle malattie acute, si pone l’obiettivo principale dopo un trattamento omeopatico, di ritornare, nelle malattie croniche, allo stato di salute precedente senza bisogno di ulteriori trattamenti. Il risultato dipende dalla preparazione del medico di trovare il rimedio più simile e anche dalla collaborazione del paziente di osservare e raccontare i suoi sintomi caratteristici.

 

I FARMACI OMEOPATICI

I farmaci omeopatici non vanno confusi con i fitofarmaci (prodotti erboristici o fitoterapici), in quanto sono ottenuti a partire da piante, animali, minerali o anche farmaci attraverso dei passaggi in serie di diluizione e dinamizzazione per cui rimane o aumenta nel prodotto finale, liquido o solido, l’informazione specifica delle sostanze di partenza. Questi prodotti, dopo l’indicazione del medico si possono acquistare nelle farmacie specializzate.

 

TIPI DI OMEOPATIA

 

Nel corso del XIX secolo si sono affermati altri modi di prescrivere e produrre il farmaco omeopatico. Una variante prevede di prescrivere più rimedi unitari nello stesso momento (omeopatia pluralista). Un’altra variante prevede che ciascun prodotto prescritto contenga al suo interno più rimedi insieme (omeopatia complessista).

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Verona specializzatosi in Omeopatia Unicista presso la Scuola di Omeopatia di Verona.

L'Omeopatia Unicista è una medicina che studia la TOTALITA' dei sintomi di un malato, cioè i sintomi fisici nei vari settori organici, i sintomi organici, i gusti alimentari, le funzioni vitali e le caratteristiche mentali e infine le MODALITA' con cui questi si presentano. Poi interseca tra loro questi fattori per scegliere il miglior rimedio corrispondente o più SIMILE e quindi più omeopatico ai sintomi raccolti. 

Dott. Andrea Signorini

UN SOLO rimedio viene scelto per la cura di più sintomi o malattie. Lo studio delle corrispondenze è stato fatto precedentemente attraverso la sperimentazione sull'uomo sano.

OMEOPATIA = MALATTIA SIMILE

Significa prescrivere al malato per un insieme di sintomi proprio quel farmaco/rimedio che lo provoca per indurre una reazione di guarigione.

PERCHE' SCEGLIERE L’OMEOPATIA

L’omeopata è un medico laureato in medicina che in seguito si è perfezionato negli studi omeopatici per un minimo di 3 anni. La medicina tradizionale è ottima come salvavita nelle emergenze sanitarie e nella maggioranza delle malattie acute (esempio polmonite, meningite, cistite, etc…), ha invece dei limiti importanti nelle malattie croniche, in cui in genere non si ritorna al precedente stato di salute ma si deve utilizzare un farmaco, o più spesso per tutta la vita con il rischio di aumentare le dosi (tolleranza al farmaco) e di numerosi effetti collaterali. L’omeopatia invece pur potendo collaborare con i farmaci nella risoluzione delle malattie acute, si pone l’obiettivo principale dopo un trattamento omeopatico, di ritornare, nelle malattie croniche, allo stato di salute precedente senza bisogno di ulteriori trattamenti. Il risultato dipende dalla preparazione del medico di trovare il rimedio più simile e anche dalla collaborazione del paziente di osservare e raccontare i suoi sintomi caratteristici.

 

I FARMACI OMEOPATICI

I farmaci omeopatici non vanno confusi con i fitofarmaci (prodotti erboristici o fitoterapici), in quanto sono ottenuti a partire da piante, animali, minerali o anche farmaci attraverso dei passaggi in serie di diluizione e dinamizzazione per cui rimane o aumenta nel prodotto finale, liquido o solido, l’informazione specifica delle sostanze di partenza. Questi prodotti, dopo l’indicazione del medico si possono acquistare nelle farmacie specializzate.

 

TIPI DI OMEOPATIA

 

Nel corso del XIX secolo si sono affermati altri modi di prescrivere e produrre il farmaco omeopatico. Una variante prevede di prescrivere più rimedi unitari nello stesso momento (omeopatia pluralista). Un’altra variante prevede che ciascun prodotto prescritto contenga al suo interno più rimedi insieme (omeopatia complessista).

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Verona specializzatosi in Omeopatia Unicista presso la Scuola di Omeopatia di Verona.

L'Omeopatia Unicista è una medicina che studia la TOTALITA' dei sintomi di un malato, cioè i sintomi fisici nei vari settori organici, i sintomi organici, i gusti alimentari, le funzioni vitali e le caratteristiche mentali e infine le MODALITA' con cui questi si presentano. Poi interseca tra loro questi fattori per scegliere il miglior rimedio corrispondente o più SIMILE e quindi più omeopatico ai sintomi raccolti. 

Dott. Andrea Signorini

UN SOLO rimedio viene scelto per la cura di più sintomi o malattie. Lo studio delle corrispondenze è stato fatto precedentemente attraverso la sperimentazione sull'uomo sano.

OMEOPATIA = MALATTIA SIMILE

Significa prescrivere al malato per un insieme di sintomi proprio quel farmaco/rimedio che lo provoca per indurre una reazione di guarigione.

PERCHE' SCEGLIERE L’OMEOPATIA

L’omeopata è un medico laureato in medicina che in seguito si è perfezionato negli studi omeopatici per un minimo di 3 anni. La medicina tradizionale è ottima come salvavita nelle emergenze sanitarie e nella maggioranza delle malattie acute (esempio polmonite, meningite, cistite, etc…), ha invece dei limiti importanti nelle malattie croniche, in cui in genere non si ritorna al precedente stato di salute ma si deve utilizzare un farmaco, o più spesso per tutta la vita con il rischio di aumentare le dosi (tolleranza al farmaco) e di numerosi effetti collaterali. L’omeopatia invece pur potendo collaborare con i farmaci nella risoluzione delle malattie acute, si pone l’obiettivo principale dopo un trattamento omeopatico, di ritornare, nelle malattie croniche, allo stato di salute precedente senza bisogno di ulteriori trattamenti. Il risultato dipende dalla preparazione del medico di trovare il rimedio più simile e anche dalla collaborazione del paziente di osservare e raccontare i suoi sintomi caratteristici.

 

I FARMACI OMEOPATICI

I farmaci omeopatici non vanno confusi con i fitofarmaci (prodotti erboristici o fitoterapici), in quanto sono ottenuti a partire da piante, animali, minerali o anche farmaci attraverso dei passaggi in serie di diluizione e dinamizzazione per cui rimane o aumenta nel prodotto finale, liquido o solido, l’informazione specifica delle sostanze di partenza. Questi prodotti, dopo l’indicazione del medico si possono acquistare nelle farmacie specializzate.

 

TIPI DI OMEOPATIA

 

Nel corso del XIX secolo si sono affermati altri modi di prescrivere e produrre il farmaco omeopatico. Una variante prevede di prescrivere più rimedi unitari nello stesso momento (omeopatia pluralista). Un’altra variante prevede che ciascun prodotto prescritto contenga al suo interno più rimedi insieme (omeopatia complessista).

Telefonare tra le 12.oo - 13.oo e le 18.oo- 19.oo

 

Studi Professionali

VERONA

Via Molinara, 14

37135 - Verona

Riceve su appuntamento il

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì 

© 2017 by bio-grafic.com

Partita IVA 01871670236